Il Libro: Alla soglia dell’immagine – Da Narciso alla realtà virtuale

La teoria e storia delle immagini che negano sé stesse

Entrare nell’immagine: un desiderio che accompagna l’umanità dall’alba dei tempi, perdendosi nelle nebbie del mito. Un desiderio che nei secoli ogni cultura visuale ha cercato di realizzare con i mezzi di volta in volta disponibili. E che oggi le tecnologie di realtà virtuale promettono di soddisfare: l’immagine si fa ambiente immersivo, ci avvolge a 360 gradi, è presenza in carne e ossa. Saltano le cornici che la confinavano in un mondo a parte. Persino il medium in cui si concretizza sembra farsi trasparente. Una volta aperto il passaggio fra il mondo reale e il mondo iconico, dobbiamo però aspettarci un varco percorribile nei due sensi: penetriamo nel mondo dell’immagine, ma l’immagine esonda nel nostro mondo. Al desiderio si accompagna il timore per tale tracimazione. Questo libro esplora quel doppio movimento, e ricostruisce la storia di quel desiderio-timore, delle fantasie che ha innescato e delle strategie escogitate per corrispondervi: dal proto-immersivo Narciso ai caschi VR, passando per il trompe-l’œil e le sculture viventi, gli specchi e le architetture illusionistiche, i panorami e le fantasmagorie, l’arte-ambiente, il cinema in 3D. Indugiando sulla soglia che al contempo separa e congiunge quei due mondi, ne subiamo il fascino, e ne apprezziamo il rischio.

L’autore:
Andrea Pinotti insegna Estetica all’Università Statale di Milano, dove coordina il progetto ERC «An-Icon». Fra le sue pubblicazioni, Estetica della pittura (2007) ed Empatia. Storia di un’idea da Platone al postumano (2011). Per Einaudi ha pubblicato Cultura visuale (con A. Somaini, 2016) e curato Aura e choc di Walter Benjamin (con A. Somaini, 2012), Costellazioni. Le parole di Walter Benjamin (2018), Stile moderno di Georg Simmel (con B. Carnevali, 2020) e Alla soglia dell’immagine. Da Narciso alla realtà virtuale (2021).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here