Quante volte, guardando le immagini dei nostri politici durante le sedute, abbiamo notato quanto fossero distratti? Spesso stanno lì a guardare i loro smartphone, a scrollare il telefono, senza prestare attenzione ai temi di volta in volta messi sul tavolo del dibattito.

Ebbene, questi “scrollatori” da qualche tempo hanno gli occhi puntati addosso e non sono solo quelli dei cittadini: stiamo parlando di un software che tramite l’intelligenza artificiale individua i politici distratti e invia loro in tempo reale un tweet per avvisarli di concentrarsi sulla discussione. Scritto in Python, il software utilizza il machine learning per rilevare i telefoni e il riconoscimento facciale per identificare i politici distratti che vengono taggati nelle loro foto e video twittati. Questa iniziativa è stata adottata dal Belgio, la parte fiamminga del Paese, ed è stata accolta con molto favore ma anche con qualche perplessità, perché anche se è pur vero che stare al telefono è un’attività che potrebbe essere rimandata al dopo-dibattito, resta il fatto che spesso questa azione non è sempre indice di distrazione e, questa distinzione, un’intelligenza artificiale non può (ancora) percepirla.

Al di là di queste perplessità è interessante notare come dietro l’iniziativa ci sia un artista,  Dries Depoorter, già fautore di progetti sempre molto particolari ed interessanti come l’app “Die with Me” (Muori con Me), un sorta di chatroom anni Novanta che è possibile utilizzare solo quando la carica della batteria scende sotto al 5 % e si può condividere quindi il momento di “pre-morte” del telefono con altri sconosciuti nello stesso stato; oppure l’orologio “ShortLife” (La vita è breve), che invece di indicare l’ora esatta mostra quanta percentuale della tua vita è stata già “completata” in base alla tua aspettativa di vita.

Del resto anche noi siamo d’accordo sul fatto che l’arte è sempre un passo avanti in fatto di innovazione!

Fonte e approfondimenti: Repubblica.it. , Gadgets.ndtv.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here