Torna “The Big Hack” in versione digitale

Boom di partecipanti (quasi 300) pronti a sfidarsi su nove challenge tra Open innovation e Salute proposte dalla Regione Campania e da aziende pubbliche e private 

Un weekend non-stop di creatività, tecnologia e condivisione

Da venerdì 9 a domenica 11 aprile 2021

Roma, 8 aprile 2021 – Il conto alla rovescia è quasi terminato, domani torna, in versione interamente digitale, “The Big Hack” con un boom di partecipanti: sfiorano i 300 gli iscritti tra sviluppatori, maker, ingegneri, designer, comunicatori, studenti e appassionati di tecnologia pronti a condividere le conoscenze e liberare la propria creatività per sviluppare applicazioni innovative capaci di migliorare molti aspetti della vita quotidiana di tutti noi. Nove, in totale, le challenge proposte dalla Regione Campania e importanti aziende pubbliche e private all’insegna dell’Open Innovation e della Digital Health.

Giunto alla quinta edizione, “The Big Hack” è promosso da Regione Campania in collaborazione con Sviluppo Campania ed è uno degli appuntamenti più importanti della Maker Faire Rome – The European Edition, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua Azienda speciale Innova Camera. “The Big Hack” è realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II”, la Apple Developer Academy e Codemotion come partner tecnico.

L’hackathon si svolgerà dal 9 all’11 aprile con una maratona di programmazione in cui i partecipanti si uniscono in team e, con l’aiuto di mentor esperti, sviluppano prototipi di progetti hardware e software e accrescono le proprie competenze in modo innovativo e divertente.

Molto ricco e variegato il programma del Big Hack di quest’anno che sarà condotto dalla giornalista Rai, Diletta Parlangeli. Apertura venerdì alle 9,30, con i saluti e un’introduzione all’hackathon a cura di Lorenzo Tagliavanti, Presidente della Camera di Commercio di Roma, Giorgio Ventre, Direttore Scientifico Apple Developer Academy, Università degli Studi “Federico II” e Valeria Fascione, Assessore alla Ricerca, Innovazione e Startup della Regione Campania.

Previste, tra venerdì 9 e domenica 11 aprile, tre “finestre” di diretta streaming (https://2021.thebighack.makerfairerome.eu/it/streaming/) di un’ora e mezza ciascuna, con due interviste da non perdere: la prima a Vincenzo Di Maria, Service Design & Cofounder di Commonground srl (venerdì alle 9,45) e la seconda a Massimiliano Garri, Direttore Innovation & Market Solutions del Gruppo Terna (sabato alle 18,30). Alle 19 di sabato ci sarà anche un momento di relax con un Dj Set a cura di Alex Paletta di U-FM Radio, radio digitale nata a Roma nel 2010. Si chiude domenica 11 aprile verso le 17,40 con la proclamazione dei vincitori, dopo il saluto di Valeria Fascione, Assessore alla Ricerca, Innovazione e Startup della Regione Campania e Luciano Mocci, Presidente di Innova Camera, Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma.

Definito il quadro completo delle challenge che sono state lanciate da Eni, STMicroelectronics, Acea, Terna, Ente Autonomo Volturno, MSD Italia, Cisco Networking Academy-Consorzio Clara, Regione Campania-So.Re.Sa (Società regionale per la sanità) e Petrone Group.

Due le macrosessioni della manifestazione: la prima dedicata all’Open Innovation (6 challenge) e la seconda all’Health (3 challenge).

Ciascun promotore mette in palio un premio da assegnare al team vincitore della propria sfida. Al termine dell’hackathon, i lavori elaborati saranno valutati da una giuria di esperti sulla base di vari criteri quali l’attinenza del progetto alle challenge proposte, chiarezza e completezza dello stesso, utilità, creatività e innovazione.

LE CHALLENGE

Le challenge sono molto articolate e strutturate. Di seguito una rapida panoramica:

Open Joule: la piattaforma per la community delle imprese sostenibili

Challenge promossa da Eni

Eni promuove la sfida per “disegnare la piattaforma del futuro” del programma Open di Joule, una community “always on” che miri a creare sinergie e network utili per il proprio sviluppo imprenditoriale. L’azienda chiede ai partecipanti di progettare una piattaforma che sia capace 1) di prevedere il coinvolgimento delle diverse componenti dell’intero ecosistema Joule (docenti, iscritti, mentor, esperti); 2) aggregare la community Joule; 3) mantenerla costantemente connessa e ingaggiata; 4) offrire opportunità di creare sinergie e di fare networking, moltiplicando il valore dell’esperienza di frequenza del programma Open Joule.

Unveiled Electronics

Challenge promossa da STMicroelectronics

L’azienda leader nel settore della componentistica microelettronica propone una sfida pensata per tutti coloro che vogliono scoprire cosa c’è all’interno di un oggetto elettronico. Scopo della challenge è lo sviluppo di una app che permetta, una volta inquadrato un oggetto elettronico (da un televisore a una lavatrice, da uno smartwatch a una cuffia, da un robot da cucina a un’automobile), di scoprirne i componenti, in termini di chip. Ci sarà un microcontrollore o due o tre? Quanti e quali sensori? Quale connettività usa? Il team potrà sfruttare la conoscenza STMicroelectronics messa a disposizione nelle pagine web applicative della piattaforma st.com e tutti gli strumenti messi a disposizione sulla stessa.

Green Leap

Challenge promossa da Acea

Acea, una delle principali multiutility italiane, propone “Green Leap”, una sfida etica che ricerca soluzioni digitali per sensibilizzare imprese e cittadini sul corretto utilizzo delle risorse primarie e sulla sostenibilità ambientale.

Gli ambiti di interesse sono tre: 1) Economia circolare: trasformare i rifiuti in risorse per minimizzare l’impatto sull’ambiente; 2) Utilizzo della risorsa idrica: ridurre gli sprechi della risorsa, valorizzarne la qualità percepita (ad esempio in ambiente domestico) e creare consapevolezza sul servizio idrico integrato; 3) Risparmio energetico e consumo responsabile dell’energia: incentivare la produzione di energia green e ridurre i consumi e gli sprechi.

On boarding

Challenge promossa da Terna

L’obiettivo è quello di sviluppare un’applicazione che possa affiancare l’intero percorso di on boarding di giovani nuovi assunti (inserimenti previsti dal Piano industriale 2021-2025 elaborato dall’azienda che punta a confermare e rafforzare il suo ruolo centrale quale regista e abilitatore del sistema energetico italiano e della transizione energetica per arrivare a zero emissioni al 2050) con contenuti e servizi che rendano positiva ed efficace l’esperienza del neoassunto per tutte le fasi previste (prima dell’assunzione, il primo giorno di lavoro, il primo anno di esperienza professionale).

Community on rails

Challenge promossa da EAV – Ente Autonomo Volturno

L’Ente Autonomo Volturno (EAV) rappresenta la più importante realtà di trasporto pubblico locale della Regione Campania e opera sia in ambito ferroviario che nell’ambito del trasporto su gomma. È in questo contesto quindi che EAV propone la propria sfida: sviluppare soluzioni digitali innovative che facciano affermare l’azienda come leader nella gestione smart e green dei servizi verso i passeggeri e verso i propri dipendenti. 

Zero Drought

Challenge promossa da Cisco Networking Academy – Consorzio Clara

Uno dei temi più sensibili dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite è l’oggetto della challenge proposta da Cisco Networking Academy e Consorzio Clara. Lo scopo è quello di ideare una soluzione per il monitoraggio ambientale sostenibile che ottimizzi l’uso dell’acqua in ambito agricolo, che aiuti i gestori del servizio idrico a individuare in maniera efficiente le perdite sulla rete di distribuzione dell’acqua e in maniera tempestiva ad arginarne l’inquinamento, mediante il supporto delle attuali tecnologie in ambito IoT (sensori, infrastruttura di rete, Cloud, piattaforme di elaborazione dei dati).

Beyond Covid-19

Challenge promossa da MSD Italia

MSD Italia, azienda farmaceutica leader nel settore salute, propone la sfida “Beyond Covid-19” per identificare soluzioni volte a recuperare quei pazienti che, a causa dell’emergenza sanitaria in atto, sono rimasti indietro nei percorsi di cura diagnostici terapeutici con un danno di salute a partire da marzo 2020. Ai partecipanti si chiede di sviluppare soluzioni digitali innovative finalizzate al miglioramento del tracciamento e dell’aggregazione dei dati su questa tipologia di pazienti e più in generale di ideare nuovi servizi a supporto degli stessi per il recupero del gap di diagnosi e follow-up.

Sinfonia OpenVax

Challenge promossa da Regione Campania e So.Re.Sa.

La Regione Campania – grazie a So.Re.Sa. e al gruppo di lavoro sulle tecnologie digitali per l’emergenza Covid-19 – con il coinvolgimento di diverse startup innovative è riuscita a mettere in campo soluzioni tecnologiche utili a supportare il contenimento e la gestione della pandemia. Obiettivo della challenge è integrare gli applicativi già disponibili con un sistema di monitoraggio dell’andamento della campagna vaccinale in Campania (smartphone o web based) e fornire – attraverso data visualization e georeferenziazione – l’accesso ai dati aggregati su tamponi effettuati, convocazioni per il vaccino e vaccini effettuati per fasce di popolazione. La finalità della soluzione deve essere duplice: informare la cittadinanza attraverso un sistema di visualizzazione, in tempo reale, dell’andamento della campagna vaccinale e offrire al decisore politico e al management sanitario un cruscotto di monitoraggio per l’interpretazione dei dati.

Myhelpmed

Challenge promossa da Petrone Group

La pandemia ha impattato in maniera forte sui temi della sanità pubblica, amplificando il disagio per chi è già sottoposto a terapie continuative come i pazienti oncologici che stanno subendo un’ulteriore pressione oltre a quella determinata dalla malattia.

Diventa di vitale importanza il supporto e l’ascolto per tutti i pazienti oncologici e grazie alla tecnologia e al digitale è possibile immaginare strumenti di affiancamento iniziando dalla consulenza psicologica fino alla pianificazione per visite e terapie in sicurezza. Obiettivo della challenge è fornire un applicativo di facile utilizzo rivolto ai malati oncologici – con particolare riferimento alle donne con tumore al seno – per garantire loro un supporto continuativo, un canale di comunicazione attivo e un set di strumenti di gestione appuntamenti. La finalità deve essere la progettazione di una soluzione tecnologica che possa offrire una panoramica dei servizi assistenziali presenti sul territorio regionale.

Le challenge nel dettaglio, il programma, i premi e il regolamento sono pubblicati sul sito https://2021.thebighack.makerfairerome.eu/.

“The Big Hack” si inserisce nelle azioni intraprese in occasione della Maker Faire Rome e nell’ambito della collaborazione con Regione Campania – Sviluppo Campania, di cui al “Piano Operativo per la valorizzazione, il rafforzamento e l’apertura dell’ecosistema regionale R&I” e grazie al contributo della Commissione Europea a valere sul Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale 2014-2020.

 

 

 

 

Per ulteriori informazioni: thebighack@makerfairerome.eu

Ufficio stampa: tel. 06-6781178 – ufficiostampa@innovacamera.itpress@makerfairerome.eu

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here