Il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II ha inaugurato quest’anno il primo Corso di Laurea Magistrale in “Innovazione Sociale”. Il corso si propone di formare esperti che sappiano analizzare e gestire contesti socio-economici complessi acquisendo le capacità per introdurre nuovi modelli di sostenibilità economica dell’imprenditoria sociale e dell’economia circolare.

Il Prof. Stefano Consiglio, direttore del Dipartimento dice: “Il Dipartimento di Scienze Sociali nel suo piano triennale ha identificato nell’Innovazione Sociale uno dei temi centrali che caratterizzano la sua attività. La nascita del corso di laurea magistrale in Innovazione Sociale, recentemente avviato, rappresenta un importante risultato di questa strategia che vogliamo portare avanti con la collaborazione delle diverse aree presenti nel nostro Dipartimento e con la cooperazione con colleghi di altri dipartimenti e professional che da anni operano nei diversi ambiti dell’innovazione sociale. Il Laboratorio Interdisciplinare di Innovazione Sociale, coordinato dal Prof. Adam Arvidsson, rappresenta il luogo di scambio di idee, di progettualità e di esperienze. Un luogo aperto e di dialogo che non può che fare bene all’Università e al territorio”.

Queste nuove figure di esperti che potranno essere inserite in tanti e diversi contesti professionali richiedono l’acquisizione di competenze multidisciplinari e di un continuo confronto con la pratica di coloro che, spesso in modo sperimentale, attivano e realizzano interventi di trasformazione generativa sui territori e, in generale, nei contesti socio-economici.

Per questo il LIIS- Laboratorio Interdisciplinare di Innovazione Sociale propone a tutti gli studenti, ricercatori, alle imprese del terzo settore interessate e agli appassionati un primo ciclo di incontri con alcuni testimoni. “È un ciclo di seminari, dice Adam Arvidsson, che accompagna il corso di laurea in Innovazione Sociale e permettono agli studenti e ad altri interessati, sia di confrontarsi con il mondo pratico dell’innovazione sociale vissuta sul campo, che di mantenere acceso un costante dialogo critico sulle pratiche”.

Questi incontri, partiti in presenza il 14 ottobre, continueranno online a novembre e dicembre con un calendario aperto anche al pubblico sulle pagine social di Societing4.0 e del Dipartimento di Scienze Sociali.

Partner dell’iniziativa è il Programma di ricerca/azione Societing 4.0 che, in collaborazione con l’Università Federico II, studia e sperimenta la social digital transformation che considera insieme l’innovazione sociale e l’innovazione tecnologica, sviluppando progetti e conoscenze teoriche, per un modello mediterraneo di innovazione.

“C’è un tratto comune che denota chi viene considerato un innovatore sociale, dice il Prof. Alex Giordano (Docente di Marketing e Innovazione Sociale e Coordinatore di Societing4.0), si tratta di persone che hanno un ruolo-chiave nella trasformazione innovativa di pratiche sociali. Significa che sono capaci di agire trasformazioni e cambiamenti generativi di effetti positivi per la società e per l’ambiente. Il ruolo di queste persone, dunque, è particolarmente interessante e utile in questa fase storica, di fronte a grandi sfide che ci richiedono di affrontare nuovi problemi di matrice socio-economica e ambientale, perché loro sono quelli che studiano, inventano e sperimentano nuove idee, nuove soluzioni, nuove risposte, nuovi servizi, nuovi dispositivi sociali… E lo fanno con attenzione all’effetto che le loro azioni producono in termini non solo di ritorno economico ma soprattutto in termini di effetti prodotti sulle persone e sull’ambiente”.

C’è la possibilità di iscriversi e partecipare ai seminari che si svolgono tutti i mercoledì, seguendo le indicazioni fornite di volta in volta sui canali social di Societing e del Dipartimento di Scienze Sociali, oppure scrivendo una mail a liis.innovazionesociale@societing.org. Tutti i seminari sono curati e coordinati dalla Dott.ssa Sara Schiano Di Cola.

Gli appuntamenti del mercoledì sono:

04 Novembre  – L’uso popolare di internet e dei digital devices in Asia: cambiamenti culturali e sociali

Tema: Digitale e dati

con Elisa Oreglia

11 Novembre – Pratiche di innovazione sociale e rigenerazione nelle aree interne

Tema: Rigenerazione urbana e formazione

con Guido Lavorgna

18 Novembre – Artigiani dell’immaginario  

Tema: Changemaker

con Agostino Riitano

25 Novembre – Spazi di rigenerazione urbana e modelli educativi 

Tema: Rigenerazione urbana e formazione

con Renato Quaglia

02 Dicembre   – Bistrot Lazzarelle: Un modello di inclusione per le detenute del carcere di Pozzuoli      

Tema: Inclusione sociale e inserimento lavorativo

con Imma Carpiniello

09 Dicembre – Fuori di Zucca: L’agricoltura per l’inclusione sociale

Tema: Salute, inserimento lavorativo e agricoltura biologica

con Giuliano Ciano

16 Dicembre – BAIAExperience: Realtà virtuale e mondi possibili

Tema: Trasformazione digitale, arte, cultura e turismo

con Nicolai Lombardo e Raffaele di Francia

Sarà possibile vedere i contenuti online dei seminari tutti i lunedì sui canali social e sul sito di Societing4.0.

Iscriviti

Nicolai Lombardo – Iscriviti al seminario

Giuliano Ciano – Iscriviti al seminario

Imma Carpiniello – Iscriviti al seminario

Renato Quaglia

Agostino Riitano

Guido Lavorgna

Elisa Oreglia

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here