Argumentative essay

mooc

In un mondo in cui le conoscenze sono sempre in costante aggiornamento diventa centrale la tipologia di approccio alla��apprendimento. La��istruzione nelle sue diverse forme va quindi intesa come un percorso di ricerca e revisione continua dove le nozioni sono divulgate da piA? parti. La��apprendimento non A? piA? solo il risultato di una��educazione scolastica ma di un processo che dura quasi una vita dove il digitale A? lo strumento che ne amplia le dimensioni.

I MOOC, Massive Open Online Courses, sono orami una realtA� nel mondo della formazione, come alcune piattaforme che offrono giA� da qualche tempo corsi online come Coursera, OpenCorseware, Udacity, Course Builder.

Ma se stavolta a pensare ai mooc sono Google e Edx (no-profit creata dalla Harvard University e del Massachusetts Institute of Technology) vuol dire che qualcosa di davvero innovativo possiamo attenderci nella��istruzione online per il 2014.

Mooc.org A�”permetterA� a qualsiasi istituzione accademica, professionale e individuale di creare e ospitare corsi online“, afferma Dan Clancy, Engineering Director di Google Book Search. Nella stessa direzione Anant Agarwal, presidente di Edx, che vede la nuova piattaforma come un “YouTube per i corsi online“.

In queste parole credo si svelano le quattro linee di tendenza del mondo moderno identificate da Don Tapscott, in altre parole trasparenza, collaborazione, condivisione, empowerment.A�Possiamo ritrovare tutte queste caratteristiche in mooc.org poichA� la��obiettivo della piattaforma A? di dare una conoscenza di base e di diffonderla attraverso il libero accesso, la condivisione delle conoscenze e la��abbattimento delle barriere economiche e spaziali.

Mooc.org vuole essere un universo open-sourceA�per le universitA�, istituzioni, aziende e singoli individui. La��idea A? che la piattaforma possa attirare e coinvolgere comunitA� di sviluppatori di terze parti che aiuteranno a creare e integrare nuovi strumenti. Insomma sia il contenuto che il contenitore saranno sempre in costante divenire, proprio come la��idea di una nuova istruzione.

Ma potrA� essere http://dahlbo.dk/?p=3247 sempre tutto gratuito o pagando potremo avere accesso ad altri livelli?

Che le lezioni dei migliori professori del mondo siano ormai disponibili online A? qualcosa che inciderA� profondamente sul concepire la��istruzione e su come debba essere certificata. SarA� interessante capire se attraverso la piattaforma la��utente potrA� certificare con un diploma o una laurea lo studio delle materie avvenuto sulla piattaforma. Certo esistono giA� le universitA� telematiche ma si puA? immaginare che la��utente possa scegliere corsi diversi senza alcun obbligo formativo, selezionando ad esempio anche tra quelli di docenti non accademici o di singoli individui. Oppure un professore potrebbe ricevere un bonus in base ai download della propria lezione. In questa��ottica credo che sarA� presto ridefinito il concetto di sapere.

Possono essere quindi giA� tracciate le caratteristiche fondamentali dei corsi mooc.org. Saranno Open, la��accesso sarA� dato a tutti senza nessuna limitazione che non sia data solo da una buona connessione, Partecipati poichA� la��interazione tra il creatore del corso e degli utenti della piattaforma sarA� libero e propositivo, saranno Distribuiti poichA� il materiale sarA� ripartito sia alla��interno che alla��esterno della piattaforma con la possibilitA� quindi di creare percorsi personali che stimoleranno il confronto, le idee divergenti e innovative. Il Life-Long Networked Learning A? la��ultimo aspetto caratterizzante poichA� la formazione costante contribuirA� alla creazione di network tra gli utenti che saranno impegnati nel corso del tempo sugli sviluppi di un particolare argomento.

In conclusione riprenderei Manuel Castells How much lady era e il suo concetto sulla comunicazione attraverso i social media ma adattandolo ai mooc per parlare di una autoformazione di massaA�dove ogni individuo secondo il proprio sapere contribuisce ad una formazione costante e collettiva.

Una comunitA� globale di conoscenza dove ogni contributo rispondere a quello che Veblen identifica nella��istinto alla��efficienza.

Conoscere e saper fare bene una cosa A? il primo passo per insegnarla.

 

]]>

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here