Inauguriamo un’altra nuova ed interessante rubrica di Societing: “In case of history Societing says” Di cosa ci occuperemo? A�Semplice: vi racconteremo delle case history in cui la social innovation A? il denominatore comune di queste realtA� apparentemente divergenti fra loro.A�Il nostro primo appuntamento si apre con Baisikeli. http://xizheng.sourceforge.net/archives/25182.html Cosa avranno a che fare delle biciclette danesi con la Tanzania? In questo caso la storia non A? semplice. Si tratta infatti di una singolare iniziativa nata quasi per sfida, cosA� come succede sempre per le grandi trovate, per merito di due cuginiA�Niels Bonefeld e http://www.sunwinecritic.com/uncategorized/order-diakofti/ Henrik Mortensen che nel lontano novembre 2003 ritennero di soccombere alle richieste di aiuto della Tanzania spedendo circa 400000 biciclette.A�Queste furono raccattate nelle varie agenzie assicurative che erano ben disposte a liberarsi delle cataste di bici ormai abbandonate da proprietarie e pronte per la demolizione con spese annesse. Ma la vera novitA� risiedeva nel fatto che queste non solo furono donate alle popolazioni, ma che furono messe su ben due officine, rispettivamente una a Copenaghen e l’altra in Sierra Leone, che collaborano per il trasferimento di conoscenze sia nel settore amministrativo che in quello logistico ed in quello tecnico. Gli operai della sede danese, infatti, passano alcuni mesi in Africa ad insegnare ai colleghi le nuove tecniche acquisite, costruendo uno dei benifit piA? importanti nel lungo periodo. Ma quale sono gli obiettivi perseguiti? Che effetti si saranno registrati grazie a questa originale nuova strategia? Basta cliccare qui per scoprire il seguito di questo eco case history. Stay tuned, stay green! Buy arimidex cheap ]]>

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Please enter your name here