Influencers, brand reputation e processi di cocreazione: il 17 settembre a Trento la Netnografia aiuta il business ad evolversi.

2
60

Il 17 settembre prossimo a Trento sa��incontreranno i maggiori esperti mondiali per una conferenza/workshop dedicata alla punta piA? evoluta della ricerca sociale, la Netnografia, ed ai suoi campi di applicazione in termini di business, come la gestione della brand reputation, la relazione con gli influencers ed il management dei processi di co-creazione con i propri pubblici.

Rivolto ai topmanager, ai responsabili del marketing, delle ricerche, della comunicazione, delle pubbliche realzioni e della��innovazione delle aziende la��evento A? organizzato in collaborazione tra Accademia Mediterranea di Societing, il Centro Studi Etnografia Digitale, Fondazione <ahref.

La Netnografia A? lo strumento indispensabile per i manager per comprendere i motivi che spingono gli utenti a relazionarsi, ma anche ad effettuare determinate scelte di consumo piuttosto che altre. Si approfondirA� il concetto di etnografia digitale, dal punto di vista teorico, pratico e metodologico, insieme ad esperti del settore, tra cui:

  • Richard Rogers, Docente alla��UniversitA� di Amsterdam in Nuovi Media & Cultura Digitale, Direttore di Govcom.org <http://Govcom.org> , autore di Information Politics on the Web (MIT Press, 2004);A�
  • Morgan Gabereau, consulente di fama internazionale di comunicazione strategica con oltre 20 anni di esperienza nei media e nello sviluppo di imprese start-up;
  • Adam Arvidsson, professore di sociologia presso la��UniversitA� degli Studi di Milano e ricercatore presso la Business School di Copenhagen, autore di a�?Brands. Meaning and Value in Media Culturea�? (Routledge, 2006)
  • Alex Giordano, co-fondatore di Ninja Marketing, membro della��IADAS di New York, co-autore di a�?Marketing Non-Convenzionale: viral, guerrilla, tribal e 10 principi di marketing post-modernoa�?, co-direttore del Centro Studi di Etnografia Digitale;
  • http://mttaborsoap.com/?p=13646

  • Raffaele Cirullo, responsabile Nuovi Media del gruppo Enel, ha seguito dalla��interno le varie tappe dello sviluppo di Internet, tramite il suo intervento in Wind Telecomunicazioni;
  • Loredana Grimaldi, responsabile delle Relazioni Esterne in Branding, Corporate Identity & Research per Telecom Italia; dal 1987 lavora nella comunicazione e non a caso, A? membro del consiglio ASCAI a�� Associazione per lo Sviluppo delle Comunicazioni Aziendali in Italia.

Per capirne di piA? Societing ha intervistato per voi, ma soprattutto per le aziende interessate, il Prof. Adam Arvidsson.

Societing: A�Come cambiano le scienze sociali ai tempi dei big data?A�

A. Arvidsson: A�Quella dei A�Big Data Cheap dehumidifier cannabis A� A? una strategia metodologica che utilizza l’immensa mole di dati che tutti noi lasciamo quando navighiamo in un ambiente digitale, in internet, sui social media o semplicemente se usiamo lo smartphone. Questo significa che adesso sono disponibili dati su una serie di aspetti del comportamento umano che prima non esistevano. In questo modo comincia a essere possibile rendere dei concetti che prima rimanevano vaghi e astratti, come ‘pubblico’, ‘influenza’, ‘struttura sociale’, ‘rete’, concreti e tangibili. In piA? questi dati sono stati prodotti come parte integrale dei processi di vita della persone. Questi li rendono dati naturalistici, che contrariamente ad esempio ai focus group, non sono il risultato di costruzioni artificiali. In questo senso i Big data rendono possibile alle scienze sociali arrivare ad un nuovo livello di sofisticazione empirica.

Societing: A�Come la netnografia puA? essere aiutare le aziende? In quali processi puA? essere utile?A�

Buy skunk seeds with paypal A. Arvidsson:A�A�La netnografia puA? essere utilizzata per raggiungere diversi obiettivi: per capire la percezione del proprio brand e della propria reputazione, per capire le idee, la cultura e il comportamento dei consumatori, per capire la propria cultura organizzativa. Serve per tutte quelle cose per le quali sono serviti finora la ricerca di mercato, l’analisi della reputazione e del brand image etc, ma riesce a compiere queste funzioni in una maniera piA? rapida, piA? economica e sopratutto piA? valida e scientificamente precisa.A�

Societing: A�La netnografia o etnografia digitale puA? anche essere uno strumento predittivo?A�

A. Arvidsson: A�La predizione A? semplicemente una questione relativa alla quantitA� dei dati. Con la quantitA� di dati che ora vengono prodotti dagli utenti internet comincia a essere possibile predire, con un certo livello di affidabilitA�, cose come l’andamento della domanda di consumo, i gusti musicali, o l’andamento dei prezzi di titoli in borsa. Il problema qui rimane principalmente l’accesso ai dati. Non tutti possono acceder a dati di Google per esempio. E siccome accesso ai dati equivale potenzialitA� di predizione, qui si apre un problema politico: a chi deve essere consentito questo potere?A�

Societing:A�A�Il futuro delle imprese A? sempre piA? legato alla reputazione. Come A? cambiato questo concetto negli ultimi anni?A�

A. Arvidsson: A�La reputazione e sempre stata importante, per l’imprese come per le persone. Negli ultimi anni il concetto di reputazione A? cambiato in due modi. Primo, l’immediatezza con la quale opinioni personali possono essere trasformate in dati digitali, tramite i social media principalmente, ha dato alle persone normali uno strumento con al quale possono esprimersi e avere un impatto sulla reputazione di persone e organizzazioni. La creazione di reputazione A? in un certo senso stata democratizzata. Secondo, la natura immateriale o intangibile della creazione di valore nell’economia dell’informazione ha fatto sA� che il ruolo economico della reputazione A? diventato enormemente piA? importante. Questo rende la reputazione una risorsa che allo stesso tempo cruciale per il successo economico delle imprese e molto piA? difficile da controllare e gestire per le imprese. Per fortuna ca��A? la��etnografia digitale che mette insieme i metodi digitali e la netnografia!A�

Dice bene il prof Arvidsson, la netnografia infatti si dimostra particolarmente funzionale nella��ambito dei social media, in cui puA? diventare un grande strumento in varie aree strategiche del business: Market Intelligence e Trend Watching, Product Innovation, Brand Reputation & Sentiment Analysis, Communication Design & Monitoring, Customer Satisfaction & CRM, PR Management, Crowdsourcing e Social Innovation, Location-based Insights.

Un evento questo da non perdere per chi A? interessato alle prossime evoluzioni delle strategie di business.

A questo link troverete la scheda di iscrizione e tutti i dati utili per partecipare.A�

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here