I quaderni del Societing

4
66

Tutto nasce con la summer school che si celebrA? fra Salerno e Cava dei Tirreni, in Costiera Amalfitana nel mese di agosto del 2010. Un mix di seminari diurni e notturni, mare, cene e discussioni dove trenta persone, da background diversi, si riunirono per una settimana cercando di elaborare insieme idee e soluzioni che fossero in grado di guardare in avanti oltre gli ostacoli apparentemente insormontabili dei nostri tempi.A� Come diceva il ‘call’ originale:

Con il crollo dei mercati finanziari nella��autunno del 2008, un periodo di crescita trainata dalla finanza lungo due decenni sembra essere finito, e, con esso, vanno a finire anche molti dei meccanismi di redistribuzione di ricchezza, come la��accesso a credito a basso costo o gli investimenti a buon rendimento, che sono stati a�?centralia�? per garantire il consenso nel modello a�?neoliberalea��, modello caratterizzante la recente storia politica delle democrazie occidentali.

http://stilo24.com/2018/02/15/detrola-for-sale/ http://www.donafoodsvietnam.com/donafoodsvietnam.com/is-imitrex-cheaper-than-maxalt/

Questo colpo alle fondamenta del nostro modello economico-sociale ci ha lasciati quasi completamente privi di alternative. Nuove idee per il futuro sembrano scarseggiare, Buy cannabis seeds toronto siamo tutti fermi ai blocchi di partenza, nella��attesa che il mondo della finanza si rilanci reiterando modelli e metodologie ormai obsolete.

Di qui la necessitA� di organizzare una summer school che non vuole riproporre modelli e tecniche ormai obsoleti, ma che intende cominciare una riflessione piA? visionaria.

a��un laboratorio di pensiero che non a caso si A? tenuto alle porte della Magna Graecia. E le discussioni, vive e animate, ci hanno portato molto oltre quello che potevano permetterci di aspettare. Abbiamo organizzato i tanti appuntiA� in forma video e in forma deA�‘ I Quaderni del Societing‘ che potete scaricare qui e che snoccioleremo su questo blog a partire dalla prossima settimana. Tutto questo per continuare a stimolare dibattito, e che quanto prodotto possa trovare utilizzi diversi, che vanno dalla scuola e l’universitA� , alle aziende e le associazioni politiche. Una “scatola degli attrezzi”, freschi ed innovativi nella speranza di dare un contributo per uscire dal fallimento del presente.

Attendiamo con ansia i vostri feedback e vi anticipiamo che stiamo gia organizzando la prossima edizione. Stay tuned 😉

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here